Come rallentare l’invecchiamento ? Quando iniziare a pensare di rallentarlo ?

Come rallentare l’invecchiamento? Quando iniziare a pensare di rallentarlo?

Quanto sarebbe bello poter interrompere l’invecchiamento nel momento di piena salute della nostra mente e del nostro corpo!

Anche se non può essere fermato, molto può essere fatto per rallentarlo da subito e a qualsiasi età!

Molti pensano che sei chili in più non siano un problema, che gli alcolici e il fumo non facciano poi così male, che lo sport sia roba da fanatici!

Molti di coloro che la pensano così, sanno che uno stile di vita come quello descritto fa invecchiare precocemente, ma spesso sono anche convinti di avere la “ricetta” per riparare ogni danno provocato al loro organismo: una crema o un integratore miracolosi! Ma non è così!
Eppure la ricetta contro l’invecchiamento precoce è conosciuta da tempo: si chiama corretto stile di vita!

Purtroppo non è possibile fermare il tempo ma, se si seguono alcune regole, è possibile mantenere giovane sia fisico che mente!

Molti studi dimostrano che un corretto stile di vita permette di migliorare lo stato di salute così da poter arrivare in età avanzata autosufficienti e pieni di vitalità. Per restare in forma e mantenerci il più possibile in salute è bene invertire la rotta e adottare un corretto stile di vita, eliminando tutto ciò che fa male!

Andiamo per gradi, iniziando col dire che esistono due diverse età:

  • Anagrafica o reale;
  • Biologica (età dei nostri organi e apparati);

Prendiamo come esempio una donna di 56 anni. I suoi organi e apparati possono essere:

  • in linea con la sua età anagrafica;
  • in condizioni migliori, più funzionali, e quindi simili a quelli di una donna anagraficamente più giovane;
  • in condizioni peggiori, meno funzionali, e quindi paragonabili a quelli di una donna più anziana.

Ognuno di noi, quindi, può invecchiare precocemente, oppure al contrario rallentare questo processo, guadagnando un’età biologica inferiore a quella anagrafica.

Ecco alcune regole fondamentali!

1.Non eccedere con il cibo

Ridurre del 20% circa le calorie giornaliere è un’arma antiage. La massa magra, che aumenta quando si dimagrisce, stimola la produzione di sostanze chiave nella lotta all’età, ovvero ormoni quali il glucagone e il Dhea.

2.Cibi antiossidanti

Puntare sui cibi antiossidanti è la chiave per combattere i radicali liberi e neutralizzare così l’ossidazione cellulare. Via libera a pomodori, broccoli, spinaci, mirtilli, cavoli, barbabietole e agrumi.

3.Mangiare più proteine

Con il passare degli anni si tende a ridurre l’apporto proteico, ma è un errore. Gli studi dimostrano che aumentare il consumo di proteine aiuta a mantenere efficiente la muscolatura e stimola la produzione di collagene, indispensabile per conservare l’elasticità della pelle. Meglio puntare su proteine derivate da carne magra bianca e dal pesce. La cane rossa potrebbe avere l’effetto contrario.

4.Bere lontano dai pasti

L’acqua garantisce il rinnovamento cellulare. Nell’adulto servono circa 2-2,5 L al giorno. L’apporto idrico va distribuito lungo l’arco della giornata, cominciando con un bicchiere appena svegli. Dobbiamo bere anche se non si ha sete: spesso lo stimolo arriva quando l’organismo è già in riserva!

5.Fare il pieno di Vitamina D

La vitamina D può svolgere un ruolo fondamentale nella prevenzione e cura delle malattie associate all’invecchiamento. Le ossa dei soggetti con deficit di Vitamina D tendono ad invecchiare più rapidamente rispetto a quelle dei soggetti con valori vitaminici nella norma, influenzando negativamente la qualità dell’osso e, quindi, aumentando il rischio di frattura.

6.Consumare cereali non raffinati

Con i cereali integrali si scongiurano i picchi glicemici, responsabili dell’infiammazione sistemica, da cui può dipendere l’invecchiamento precoce, assicurando il giusto apporto di fibre per il benessere intestinale.

7.Fare regolarmente attività fisica

L’esercizio fisico praticati nell’arco degli anni riduce il decadimento muscolare, immunitario e, in generale, dell’organismo.

8.Dormire a sufficienza

Assecondare e sintonizzare il ritmo circadiano è fondamentale per godere di una buona salute. Dormire bene, dormire abbastanza e nelle ore di buio, può rallentare l’invecchiamento e proteggere da numerose patologie.

9.Mantenere in attività il cervello

Come aiutare la nostra mente? Mandandola a scuola! Per migliorare il funzionamento cognitivo, è più efficace l’apprendimento di una nuova attività piuttosto che l’allenamento di qualcosa che si sa già fare abitualmente.

10.Non fumare

Non è certo un segreto che fumare faccia male alla salute! Va però sottolineato che è un’abitudine molto dannosa anche per l’aspetto. Oltre a danneggiare cuore e polmoni, il fumo fa diminuire la quantità di ossigeno e nutrienti necessaria alla pelle per mantenersi in salute. Questo vale non solo per il viso, ma per tutto il corpo!

 

Dott.ssa De Donno Silvia

Lasciaci un like o condividi: