Imprenditoria e tecnologia NFC

 

 

“Non importa quanto si dà ma quanto amore si mette nel dare” questa frase di madre Teresa di Calcutta è divenuto il motto emblematico dell’imprenditrice veneta Monica Cerin, Presidente di Audens, giovane, bella e dinamica ama il prossimo e in maniera altruistica porta avanti i suoi interessi ed i suoi progetti utili nel sociale. Perché la sua massima è “aiutare il prossimo”. Alla base del suo programma imprenditoriale c’è la solidarietà. “Fare l’imprenditrice oggi significa poter investire parte del tempo e delle risorse economiche in opere umanitarie ed è quello che tutti gli imprenditori dovrebbero prodigarsi nel fare”. Presidente dell’Associazione Onlus “Help for People”, Accademico d’onore e Membro del Senato del Priorato di Sicilia presso la Norman Academy, Membro del Comitato Editoriale di Corriere Quotidiano, Accademica AEREC (Accademia Europea Relazioni Economiche Culturali), Membro Onorario presso la Cybermed Europe, Accademico benemerito dell’Accademia Mauriziana, conta molteplici opere di volontariato. Rileva nel 2017 la Società Audens prendendone le redini l’anno successivo. Sviluppa con il suo staff informatico, sfruttando le competenze di nano tecnologia, una serie di prodotti innovativi per la tutela della salute, la salvaguardia del made in Italy e la comunicazione digitale.

Come startup innovativa, Audens ottiene anche due finanziamenti a medio termine, da Unicredit e da MPS, il tutto finalizzato allo sviluppo di progetti innovativi. Tutto ciò al fine di rivoluzionare l’idea stessa del controllo dell’autenticità di  prodotti , in quanto non è più in capo al produttore (o alle forze dell’ordine), ma al singolo consumatore (“Crowdsourced Authentication”) ampliandone cosi enormemente l’efficacia.

La tecnologia radio sfruttata dai dispositivi NFC è quella utilizzata dagli smartphone per i pagamenti come Apple Pay o Google Pay, la cui sicurezza e velocità di risposta sono note. E’ stato ideato un bracciale che sfrutta lo stesso principio: lo smartphone interagisce con processi passivi con i vari Tag e scambia informazioni in maniera immediata semplicemente avvicinando il proprio telefono cellulare all’oggetto.

L’utilizzo spinto della tecnologia NFC (Near Field Communication) consente di comunicare informazioni certe e non falsificabili ad ogni device mobile (i nostri cellulari) in grado di leggere un TAG (marcatore di campo).

Il progetto simbolo è un bracciale ipoallergenico resistente all’acqua, contenente informazioni sanitarie relative alla persona che lo indossa e che la stessa ha deciso di inserire per rendere visibili, in caso di necessità, a chiunque avvicini uno smartphone abilitato. Dati salvavita come gruppo sanguigno, allergie, intolleranze, patologie, terapie farmacologiche, vaccinazioni, protesi, trapianti, nome e numero di telefono del proprio medico curante, numeri telefonici di emergenza, che permettono un intervento consapevole qualora ce ne fosse bisogno.

La tecnologia NFC inoltre trova applicazione nei più svariati settori, dall’alimentare all’enologico, dalla moda al design, dal farmaceutico ai giocattoli, dall’editoria agli accessori. Qualsiasi oggetto fisico può essere taggato: i Tag NFC, delle dimensioni di pochi millimetri, vengono inseriti in qualsiasi parte di un prodotto (bottoni, etichette, tappi o altro), sia nella versione permanente sia “brake on removal”, e possono essere personalizzati. È una tecnologia che permette anche alle aziende produttrici e ai distributori di tutelarsi dalla falsificazione e dalle analogie di brand (Italian sounding) sui mercati internazionali.

Il dispositivo è un sistema innovativo per la garanzia e l’autenticità dei prodotti ma anche per il marketing digitale.

Nella versione bracciale si veicolano informazioni sensibili come quelle sanitarie di una persona, utili a salvare una vita in caso di emergenza. Il bracciale è stato presentato di recente al mercato farmaceutico e parafarmaceutico riscontrando un immediato successo grazie alle sue qualità intrinseche: prezzo economico, utilità elevata, tecnologia facile e gratuita.

Monica Cerin: Imprenditoria e solidarietà

 

 

 

Lasciaci un like o condividi: