Relazione corpo-mente

Ciò che avviene nella mente riflette ciò che sta accadendo nel corpo e viceversa

Relazione Corpo-Mente: l’importanza degli esercizi Bioenergetici per sboccare le tensioni e ricaricarsi

 

I principi e le pratiche della terapia bioenergetica si basano sull’identità funzionale della mente e del corpo. È importante guardare alla vita, alla salute, non vivendo la mente separata dal corpo. Sappiamo come le emozioni possano paralizzare o mettere in moto l’essere vivente. I BLOCCHI sono accumuli di energia vitale stagnante che si manifestano a livello fisico in contrazioni muscolari croniche e nello squilibrio della struttura ossea, a livello emotivo in paura, rabbia e chiusura in se stessi, a livello mentale in rigidezza e passività. Scopo  dell’Analisi Bioenergetica è quello di far superare i blocchi e quindi ristabilire un contatto immediato e un flusso delle proprie emozioni ed energie.

Quindi la tecnica dell’Analisi bioenergetica, utilizzando come strumenti di cura esercizi corporei specifici appositamente studiati per mettere l’individuo in condizioni di stress, determina l’emergere del vissuto emotivo, intrappolato nel movimento corporeo. Si possono risolvere  disagi emotivi e comportamentali e aumentare il proprio potenziale energetico al fine di utilizzarlo in direzione del piacere e dell’espressione di se stessi. Un principio base dell’Analisi Bioenergetica è che il corpo e la mente funzionalmente sono identici: quello che avviene nella mente riflette ciò che sta accadendo nel corpo e viceversa.

I processi energetici, cioè la produzione di ENERGIA attraverso la respirazione e il metabolismo, quindi la scarica d’energia nel movimento, sono le funzioni basilari della vita. Le tensioni muscolari che permangono dopo gli eventi stressanti della nostra vita, cronicizzandosi determinano le caratteristiche del nostro atteggiamento corporeo limitandone la motilità, l’auto-espressione e il livello energetico. Ogni muscolo, mantenuto in uno stato di contrazione cronica, ha la funzione di bloccare un movimento, espressione questa, dell’emozione che non possiamo concederci di sentire oppure del fatto che non è gradito dagli altri che noi manifestiamo.

L’emozione trattenuta, sia essa tristezza, rabbia, paura etc., non è scomparsa, ma è solo congelata e rimane latente nell’espressione facciale e corporea della persona, che diventa vittima di uno stato emozionale costantemente insoddisfatto e fonte crescente di disagio psichico e fisico. Avere un’occasione per ridare vita a questi movimenti interrotti e al flusso d’energia congelato consente all’individuo di ricaricarsi d’energia e recuperare una parte motoria di sé, corporea, psichica ed emozionale, che sino ad ora aveva accantonato. Gli esercizi svolti dal dott. Fabiano Brini sono volti all’esplorazione del proprio sé sensibile corporeo, emozionale ed emozionante e alla scoperta di parti di sé che non “sapeva” con la mente. La Classe di Bioenergetica si esegue in gruppo ed è una saggezza strutturata di movimenti guidati dal conduttore che mira a sentire tutto il corpo, percepire e sciogliere tensioni e blocchi muscolari amplificando la respirazione, il rilassamento consapevole e l’energia.

DOTT. FABIANO BRINI

Psicologo psicoterapeuta
CONDUTTORE DI CLASSI DI ESERCIZI BIOENERGETICI

 

Lasciaci un like o condividi: