UN RINGRAZIAMENTO A TUTTI I FARMACISTI

In questi giorni di emergenza sanitaria a causa dell’epidemia da Covid-19 è doveroso ringraziare i medici e gli infermieri che si stanno prodigando a favore delle persone positive al suddetto coronavirus , ma molto spesso si dimentica di elogiare ma anche di menzionare il prezioso lavoro quotidiano dei farmacisti che sono evidentemente in prima linea , a diretto contatto con centinaia di clienti/pazienti affetti da patologie stagionali , sia batteriche ma molto spesso virali . A mio avviso il farmacista rappresenta uno degli operatori sanitari fondamentali del sistema sanitario nazionale . Talvolta capita di leggere che le farmacie della zona rossa rimangono aperte per mantenere il servizio in qualità di presidio sanitario insostituibile ma non si menzionano i farmacisti che prima di essere dei professionisti sanitari sono delle persone che pur avendo il timore di infettarsi non si sottraggono al loro dovere di garantire la dispensazione del bene farmaco . I farmacisti operano anche attività di informazione sanitaria contrastando quotidianamente le numerosissime fake news che circolano nel web , gli ordini professionali provinciali guidati dalla FOFI divulgano consigli e norme di carattere igienico-sanitario garantendo una costante attività professionale a tutela della salute collettiva . A tal proposito riporto qui di seguito il decalogo della federazione degli ordini dei farmacisti italiani quale importante linea guida :

Queste le dieci “regole” della Fofi per l’esercizio professionale ai tempi di Covid-19:

  • 1) evitare assembramenti nei locali eventualmente disciplinando gli accessi con l’apertura regolata delle porte di ingresso;

  • 2) garantirsi una distanza minima di almeno un metro sia tra i pazienti presenti sia tra questi ultimi e i farmacisti al banco, nonchè il personale addetto;

  • 3) ove la specifica situazione territoriale sia valutata a rischio, indossare dispositivi di protezione individuale (mascherine e guanti);

  • 4) rendere disponibili ai cittadini nei locali i prodotti per la igienizzazione o disinfezione delle mani;

  • 5) lavarsi frequentemente le mani ed evitare di toccarsi occhi, naso e bocca;

  • 6) effettuare una pulizia accurata degli ambienti (in particolare del bancone e dell’area prospiciente ad esso) con disinfettanti a base di acol o cloro;

  • 7) nebulizzare nell’ambiente spray igienizzanti;

  • 8) esporre l’ultima versione del decalogo dell’Istituto superiore di sanità nonchè eventuali altre informazioni di pubblica utilità;

  • 9) sospendere le attività dei tirocini dei corsi di laurea per tutta la durata di interruzione delle attività didattiche negli atenei;

  • 10) gestire i rapporti con i fornitori e con i loro incaricati in modo da limitare i contatti con i pazienti .

     GRAZIE A TUTTI I FARMACISTI ITALIANI

    Il Presidente AFD

Lasciaci un like o condividi: